Publipeas attraverso l’emergenza

“L’unico modo di superare un conflitto è attraversarlo” diceva R.Frost e la pandemia è stata percepita da tutti noi come un conflitto sferrato da un nemico sconosciuto.

Dopo una breve ed iniziale fase di smarrimento, ci siamo chiesti in che modo potessimo dare il nostro contributo alla risoluzione della crisi.
Così abbiamo pensato di superare l’emergenza attraversandola, mettendo il nostro know how al servizio dei cittadini, adattandoci alla nuova realtà mutata dal virus.
Abbiamo convertito i nostri ambulatori mobili perché potessero essere utilizzati per fare test sierologici e tamponi, dove convertire significa mettere in sicurezza.
I nostri camper hanno attraversato tutti i giorni la regione per effettuare lo screening anti-covid a domicilio, raggiungere i pazienti in quarantena domiciliare e appurarne la guarigione. Ma non era sufficiente, c’era bisogno di un mezzo in grado di ottimizzare costi e tempi ed eseguire il maggior numero di test al giorno.
Così è nato il Truck Covid, una struttura innovativa di 100 mq con sistema di climatizzazione e purificazione dell’aria. Munita di 4 ambulatori (estendibile fino a 6) e di servizi igienici a bordo. Ogni ambulatorio è provvisto di barriere trasparenti rigide per l’esecuzione di Tamponi, Test sierologici e di prestazioni mediche nel massimo della sicurezza per operatori e utenti. Le barriere presentano dei fori all’altezza delle spalle adibiti all’esecuzione dei tamponi e un secondo foro posto nel mezzo più in basso per i prelievi venosi e test sierologici. Il truck può raggiungere i punti cruciali delle città o direttamente il cuore delle aziende decongestionando gli spostamenti degli utenti presso ospedali e strutture ambulatoriali.
Non siamo ancora usciti dall’emergenza, noi restiamo sempre nei pressi.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *